per la mostra Paul Klee, alle origini dell'arte

Martedì 5 Febbraio 2019
Classi Quinte Licei


INFO E DOCENTI

A Milano, al Palazzo dell'Arengario per il Museo del Novecento e al MUDEC per la mostra Paul Klee, alle origini dell'arte

Prof.ssa Cinzia Zanetti
Prof.ssa Monica Taraschi


ORARI E LUOGO

Partenza da Piazzale Cremona su via XX Settembre alle ore 8.00 Rientro a Brescia per le ore 18.30/19.00


ISCRIZIONI

Ci si iscrive in Segreteria versando la quota di partecipazione entro Lunedì 28 Gennaio


PAUL KLEE AL MUDEC

La mostra di Paul Klee al Mudec di Milano presenta il lavoro del grande artista tedesco in una prospettiva inedita, collocandone l'opera in quel fermento primitivista di ritorno alle origini che caratterizzò l'Europa agli inizi del XX secolo. In un mondo in cui la modernità sembrava diventare sempre più incalzante, veloce, quotidiana e anche inquietante, si fece largo nella cultura europea l'idea che il ritorno ad uno stile di vita primordiale potesse rappresentare una salvezza per l'anima e per la cultura umana, in una convinzione diffusa che non mancò di condizionare larga parte delle avanguardie storiche. Dalle opere di Paul Gauguin, considerato il precursore del Primitivismo, da Picasso a Carlo Carrà, da Modigliani a Klee, da Matisse al Gruppo Novecento di Margherita Sarfatti, temi quali il recupero di valori, la spontaneità e l’ingenuità entrano a far parte della produzione artistica. Paul Klee, sempre alla ricerca di un’espressività profonda, si avvicina al primitivismo nel 1914 dopo un viaggio in Tunisia in cui entra in contatto con territori ancora incontaminati, in cui il rapporto tra uomo e natura si palesa in tutta la sua forza vitale e positiva. Sarà per Klee anche l'inizio di una personalissima ricerca espressiva sul colore, in cui le tonalità calde si fanno specchio del sentimento primigenio. La mostra di Paul Klee al Mudec di Milano propone una ricca selezione di capolavori a olio, tempere, acquarelli e disegni posti in un rimando puntuale ad oggetti dell’antichità classica, manufatti provenienti dalla collezione del Museo Etnografico del Mudec, riviste e documenti dell’epoca legati alla formazione di Klee, in un percorso che suggerirà al visitatore non soltanto la grandezza del pittore, ma anche atmosfere, luoghi e sentimenti che si riallacciano a un passato mitico e sognato.

http://www.mudec.it/ita/klee-mostra-mudec-milano/


IL MUSEO DEL NOVECENTO

Il Museo del Novecento, all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, ospita una collezione di oltre quattromila opere di arte italiana del XX secolo. Il museo - inaugurato al pubblico il 6 dicembre 2010 -nasce con l’intento di diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento e di consentire una migliore e più ampia visione delle collezioni che Milano ha ereditato nel tempo. Accanto all’attività espositiva, il museo è impegnato nell’opera di conservazione, studio e promozione del patrimonio culturale e artistico italiano del XX secolo con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico ampio e trasversale. Proiettato verso la città, il museo si snoda intorno a più fulcri. La Collezione Permanente che si sviluppa in un percorso cronologico, con un alternarsi di sale collettive e monografiche. La grande rampa a spirale all’interno della struttura che introduce alla visita con il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo. Il bookshop e il ristorante come luoghi di incontro. Il Neon di Lucio Fontana come abbraccio finale alla città. Riflesso diretto del vivace fermento culturale di Milano, la Raccolta Civica di opere si è formata negli anni grazie alla generosità e alla passione dei milanesi per il collezionismo. Dalla nascita del museo, artisti, collezionisti e mecenati partecipano attivamente nella crescita del patrimonio, ampliandolo fino alle espressioni del contemporaneo.

http://museodelnovecento.org/it/

Back to top